In Italia, come nel mondo: ecco i vantaggi della trasmissione telematica dei corrispettivi

 

Dal 2017, in Italia, la trasmissione telematica dei corrispettivi diventa legge.

Come succede già in molti paesi dell’Unione Europea, dell’America, dell’Africa e dell’Asia, anche in Italia, la gestione del punto cassa nei negozi adotta le nuove tecnologie.

Significa che i dati del venduto del singolo negozio vengono:

  • memorizzati elettronicamente e
  • trasmessi telematicamente a fine giornata, all’Agenzia delle Entrate
  • senza dover più annotare i corrispettivi nell’apposito registro e
  • senza dover più emettere scontrini o ricevute fiscali (salvo richiesta del cliente)

 

Se si osserva quello che sta succedendo nel mondo, in ambito fiscale, è facile capire che la strada da prendere è quella del telematico.

Prima lo si fa, meglio è.

Noi lo sappiamo bene come gruppo Custom.

Infatti la nostra esperienza va a coprire tutto il mondo:

siamo presenti in 15 diversi mercati fiscali, ci confrontiamo con culture differenti e normative differenti,

a testimonianza del bagaglio culturale importante e della personalizzazione sul mercato e sul cliente, raggiunti dal nostro gruppo negli ultimi 15 anni.

 

Da una recente pubblicazione sulla “Gazzetta di Parma”, si legge che

Custom è pronta a mettere a disposizione una soluzione già omologata per tutte le nuove attività che partiranno nel corso dell’anno con la trasmissione telematica dei corrispettivi”

Una risposta pronta all’evoluzione del mercato e alle nuove esigenze del negozio.

Per questo traguardo, Custom è senza dubbio l’azienda più “telematica”, come titola l’articolo consultabile a questo link:

http://www.custom.it/upload/comunicati/pdf/170-custom+gazzetta_di_parma_20aprile2017.pdf

 

Per il negoziante si tratta di un grande cambiamento…

…e come tutti i grandi cambiamenti suscita:

  • da una parte preoccupazione per la novità e
  • dall’altra fiducia nei miglioramenti che si possono ottenere

 

Il cambiamento è accompagnato da una fase iniziale in cui il commerciante decide di anno in anno se passare al nuovo regime fiscale oppure se continuare con il suo attuale misuratore fiscale.

Il negoziante che capisce la trasformazione, punta sull’innovazione, senza rimandare il cambiamento e ottiene importanti vantaggi:

  • in primis l’evoluzione tecnologica dei suoi negozi
  • se utilizza già la tecnologia Custom, il beneficio è doppio perché i prodotti Custom (registratori di cassa e stampanti fiscali) sono già tecnologicamente pronti per l’avvento del telematico, basta un semplice adeguamento e non serve acquistare nuovi prodotti
  • le operazioni quotidiane sono facilitate e alleggerite con un importante risparmio nella gestione della contabilità
  • la riduzione degli obblighi di verifiche fiscali produce la riduzione dei costi di manutenzione dei negozi …e di conseguenza il negoziante è più sereno

 

Il negozio quindi, negli ultimi anni, si è evoluto e il commerciante non si accontenta più di un punto cassa che sia solo uno strumento di controllo.

Vuole di più …per migliorare la propria offerta e per confrontarsi con la concorrenza.

 

Per rispondere a queste esigenze del mercato, noi di Maxima siamo entrati 3 anni fa nel gruppo Custom,

portando la nostra esperienza di progettazione e sviluppo di sistemi software per il controllo completo dei punti vendita di moda.

Il risultato è la capacità di garantire soluzioni per il piccolo negozio e per le grandi catene, sempre in linea con le ultime tendenze del mercato globale.

Oltre a Maxima, altre due software house sono entrate nel gruppo: Bizeta Retail Solutions S.r.l. e Netrising S.r.l.

Il gruppo così è in grado di fornire ai propri clienti un pacchetto completo, non solo di Hardware, ma anche di Software e Servizi.

 

In un mondo che si evolve e che abbraccia la tecnologia,

bisogna crescere come stiamo facendo nel gruppo Custom, diventato anche interlocutore e consulente per lo sviluppo di soluzioni per la trasmissione telematica dei corrispettivi.

Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non รจ richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa